mercoledì 30 agosto 2017

NUOVE USCITE LES FLANEURS EDIZIONI

Autore: Adelmo Monachese
Titolo: Attentato al Piccolo Principe – Un’indagine per True Detective
Prezzo: € 12
Sinossi: «Sei giorni fa ho avuto un incidente durante la notte di Capodanno. Era una sera piena di lavoro e, tra una corsa e l’altra, avevo lasciato il taxi in doppia fila, vicino a un bar dove fanno i maritozzi più buoni di tutta la città. [...] Potete immaginare la mia sorpresa quando sono stato svegliato da una bocca impestata di tabacco, whisky irlandese e sonno medicinale che mi diceva: “ehi amico, disegnami una pecora!”». Da quando sono scaduti i diritti di “Il Piccolo Principe”, celebre romanzo per bambini, in Italia abbiamo assistito al proliferare di nuove edizioni e merchandising dedicato, che hanno invaso librerie e non solo. Questo libro che per molti, a ragion veduta o meno, è stato fonte di grandi insegnamenti, viene parodiato da Adelmo Monachese per essere ribaltato e modernizzato, e vede nei panni del Piccolo Principe un Matthew McConaughey innamorato, che deciderà di vestire ancora una volta i panni di Rust Cohle di True Detective, alla ricerca del perché questo libro porta a un “deragliamento a lungo termine” in chiunque l’abbia letto. Perché forse è vero che «l’essenziale è invisibile agli occhi» e gli occhi sono lo specchio dell’anima e vogliono la loro parte, ma chi parte, sa quello che lascia ma non sa quello che trova... ma con questo libro lo saprà.

Biografia: Adelmo Monachese è autore del collettivo satirico Lercio.it e Acidolattico.org. Collabora con Libreriamo.it, Coolclub.it e Ilcartello.eu. I suoi scritti compaiono in numerose antologie: “Almanacco Luttazzi della nuova satira italiana” (Feltrinelli, 2010); “Un anno Lercio” (Rizzoli, 2014); “Inchiostro di Puglia” (Caracò, 2015); “Lercio. Lo sporco che fa notizia” (Shockdom edizioni, 2017). Il suo libro d’esordio è stato “I cuochi TV sono puttane” (Rogas edizioni, 2015). La sua pagina Facebook è: Mon.Ade. Il suo sito personale e canale youtube è: Ofalo.it.

Estratto: «Una parodia del classico di Antoine de Saint-Ex… Exalabar… Exabsabar… Exanscamar…una parodia divertentissima!»

Titolo: La stagione arida di Minerva Jones
Autore: Francesca Borrione
Prezzo: € 15

SinossiMinerva ha diciassette anni, gli occhi grigi di suo padre e un’ombra di capelli che pochi ricordano come fossero. Veste abiti più grandi di lei, ormai fuori moda, e cammina nei suoi consunti stivali bordeaux, ai margini di un paese e di una vita con cui non è più in sintonia. Come la Minerva Jones di Lee Masters è assetata di amore e di vita, ma niente sembra essere adatto a lei, tranne le beffe che si fanno gli altri, William e Albert primi fra tutti. Quando, dopo l’estate, torna a casa da suo padre, però, qualcosa cambia e il destino diventa imprevedibile e scostante. Tenace come un fiore che affonda le radici nel terreno più ostile, e si nutre delle gocce di rugiada che può rubare a dispetto del mattino grigio e freddo, Minerva ha un’importante lezione di vita da dare a tutti, stipata nei suoi silenzi: se «le persone sanno soltanto quello a cui vogliono credere», l’amore è più forte di tutto. E lo merita anche lei.

Biografia: Francesca Borrione (1978), ricercatrice e scrittrice, è dottore di ricerca in Scienze Umane e dell’Educazione (Università degli Studi di Perugia), ed è attualmente impegnata nel conseguimento del suo secondo PhD in Inglese presso la University of Rhode Island, Stati Uniti, dove studia il cinema e la letteratura italoamericani. È autrice di diversi articoli accademici e quattro monografie, e dei romanzi L'uomo che attraversò il tempo per me (2013), L’amore è un rito (2013) e Il richiamo delle onde (2015).

Estratto: «Nessuna maschera può ingannare lo sguardo di un cuore puro»

venerdì 25 agosto 2017

BOOK TAG: FAIRY TALE - UN LIBRO PER OGNI PRINCIPESSA

Ciao a tutti come state?
Qualche tempo fa ho trovato su un blog questo fantastico book tag, purtroppo non mi ricordo il blog e da quello che mi ricordo è anche un post vecchio quindi non lo posso taggare.





Pinocchio - su quale libro hai mentito perchè hai paura di confessare che ti è piaciuto?
Che io mi ricordi non ho mai mentito su nessun libro, sono sempre stata sincera.








La Bella e la Bestia - quale libro che ami ha una copertina orribile?
Shadowhunters, una saga davvero stupenda ma le copertine italiane sono davvero brutte.



Biancaneve - qual è stato l'ultimo libro che hai comprato basandoti solo sulla copertina?
Solitamente non compro i libri basandomi sulla copertina ma Il circo della notte di Erin Morgenstern l’ho comprato basandomi soprattutto sulla copertina

La Bella addormentata - qual è la tua coppia libresca preferita?
Ci sono moltissime coppie che amo però quella che ho proprio nel cuore è quella tra Sophia e Gabriel della saga Black Friars di Virginia de Winter. Ma anche Mary e Rhage di Quasi tenebra, sono una coppia adorabile e li adoro


La Sirenetta - se ti piace provare nuovi generi, qual è stato l'ultimo che hai provato?
L’ultimo genere che ho provato sono i thriller e devo dire che li apprezzo ma non al 100%







Cenerentola - qual è stato l'ultimo libro che ti ha fatto rimanere sveglio tutta la notte?
Lultimo libro è stato La Bestia di J.R. Ward, io adoro la saga del pugnale nero e questo libro non ha fatto eccezione.







Raperonzolo - qual è stato il peggior libro che hai letto ultimamente?
Il peggior libro che ho letto ultimamente è stato Schegge di memoria, mi spiace doverlo dire ma come ho già detto nella recensione non mi è affatto piaciuto.

lunedì 21 agosto 2017

DARK SEA- IL REGNO SOTTERANEO DI CLAUDIA PIANO (recensione)

Ciao a tutti, come state?
Ho finito questo fantastico libro e devo dire che me ne sono davvero innamorata. Voi lo avete letto? Che ne pensate?
TITOLO: Dark Sea- il regno sotterraneo
AUTORE: Claudia Piano
EDITORE: COEDIT
Pagine: 256
Costo: 14,90€ (cartaceo) 3,99€ (eBook)
Valutazione: 5/5
TRAMA: Vittoria è una ragazza dalla fervida fantasia e con una fissazione per le creature soprannaturali. È appassionata di leggende e di storia antica, spesso si trova a distorcere la realtà e a vedere cose che avvengono solo nella sua mente.
Trasferitasi da poco a vivere a Genova dalla zia assieme alla sua migliore amica Isabella, Vittoria comincia a lavorare nella grande libreria “Del Centro” e durante il suo primo giorno di lavoro incontra un giovane molto affascinante che la fissa intensamente con profondi occhi neri, rendendola inquieta. Lo stesso sembra essere accaduto a Isabella, proprio nello stesso pomeriggio!
Questo incontro porta un grande scompiglio nelle loro giovani vite.
Poi un nubifragio, un incidente, un salvataggio quasi miracoloso...
Chi è in realtà quel giovane dagli occhi neri come il mare di notte? Cosa si nasconde a Genova, sotto gli occhi inconsapevoli di tutti?

COMMENTO: Questo libro mi è davvero piaciuto.
La storia è davvero bella e particolare e lo stile di scrittura di Claudia Piano leggero ma anche con molte descrizioni emozionanti.
Ho amato dal primo momento Vittoria, perché ama leggere ma soprattutto i libri fantasy, è molto dolce e pensa sempre agli altri ma è anche una persona forte quando deve. Per lei gli altri vengono prima e farebbe davvero qualunque cosa, soprattutto per la sua amica Isabella. Isabella è una ragazza che crede nell’amore e infatti si innamora facilmente però la maggior parte delle volte si ritrova con il cuore spezzato e l’unica che può aiutarla in quei momenti è la sua migliore amica. Però quando conosce Raul, un ragazzo molto affascinante ma con grandi segreti, diventa una ragazza più forte ma continua ad aver sempre bisogno di Vittoria, che è la sua ancora.
Vittoria invece incontra Sam, un ragazzo molto bello ma anche molto strano, perché ne Sam ne Raul sono umani (non dico nulla perché non voglio spoilerare 😋)
Comunque devo dire che ho adorato la coppia Sam e Vittoria, e fino all’ultimo ho tifato per loro.
Spero di riuscire a leggere al più presto il seguito perché devo assolutamente sapere.

sabato 19 agosto 2017

FILM RECENSIONE: La quinta onda

Ciao a tutti come state? Come avete passato il ferragosto? Io come un giorno normale perché essendo in vacanza da due mesi non mi ha fatto ne caldo ne freddo ma capisco quelli che non vedono l’ora che arrivi ferragosto.
Comunque parlando di film qualche giorno fa su sky ho trovato la Quinta Onda che era tanto che volevo vedere.

TITOLO: La quinta onda
DURATA: 112 min
GENERE: Fantascienza
ANNO: 2016
VALUTAZIONE: 3/5
TRAMA: Un devastante attacco alieno ha distrutto il pianeta Terra grazie a quattro onde: interruzione di tutti i dispositivi elettrici, terremoti, epidemia del virus dell'aviaria modificato dagli alieni e risveglio degli alieni che erano stati innestati tempo prima in alcuni umani, impedendo così ogni tentativo di preparazione e resistenza da parte dell'uomo per l'attacco successivo. All'alba della quinta onda, l'adolescente Cassie Sullivan, rimasta orfana, si mette in marcia alla ricerca del fratellino Sams, portato in una base militare assieme a molti altri ragazzi con lo scopo di farne dei soldati da parte dell'esercito.
L'esercito manda i ragazzi a cacciare e uccidere coloro che sono posseduti dagli alieni, ma scopriranno che non tutto è come sembra.
L'aiuto per Cassie, a quel punto, arriva proprio da dove non si sarebbe mai aspettata.
COMMENTO: Era tanto tempo che volevo vedere questo film e quindi mi sono creata delle grandi aspettative. Molti miei amici mi hanno detto che era un film fantastico e dovevo assolutamente vederlo quindi quando l’ho trovato su sky l’ho guardato immediatamente…
Devo dire che ne sono rimasta molto delusa.
La storia si svolge molto lentamente a mio parere in più l’ho trovata un po’ noiosa. Ci sono stati momenti in cui non vedevo l’ora finisse ma ho continuato a guardarlo perché volevo sapere come finisse.
I personaggi li ho trovati tutti un po’ insignificanti, Cassie in alcuni momenti sembra la ragazza più forte del mondo ma due secondi dopo è la persona più stupida che si possa conoscere, non so bene come spiegarvelo ma non l’ho apprezzata molto.
Forse l’unico personaggio che mi è piaciuto davvero è Sam, il fratellino, che anche se piccolo e molto ingenuo ha un grande coraggio che non mi sarei mai aspettata.
Forse mi sono creata delle aspettative troppo alte per questo film e di conseguenza ho avuto una grande delusione ma devo ammettere che non lo consiglierei perché l’ho trovato molto noioso e mi spiace molto dover dire ciò perché odio dare recensioni negative.
Comunque domanda importantissima: Voi mi consigliereste la trilogia? Perché dopo aver visto il film non sono più sicura di volerla leggere

mercoledì 16 agosto 2017

NERVE DI JEANNE RYAN (recensione)

Ciao a tutti come state?
Io bene anche se l’ansia per gli esami che devo dare a settembre inizia a farsi sentire e io come ogni estate non ho assolutamente voglia di studiare.
Comunque parliamo di cose più interessanti avete letto questo libro? Che ne pensate?
E il film lo avete visto? Io ho visto prima il film e poi letto il libro e quindi ho deciso di unire le recensioni
TITOLO: Nerve
AUTORE: Jeanne Ryan
EDITORE: Newton compton editori
Pagine: 249
Costo: 10€ (cartaceo) 4,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5 (libro) 5/5 (film)
TRAMA: Da questo bestseller il film campione di incassi Nerve
Adesso in tutti i cinema
Adrenalina, soldi, followers, vita, successo, fama, amore, likes, vendetta, sopravvivenza...
Per cosa giochi?

Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?
Un romanzo adrenalinico e imperdibile.
Da questo bestseller internazionale, tradotto in 20 lingue, il film Nerve

«Un romanzo originale che offre una visione della cultura pop e dà un nuovo significato alla moda dei reality.»
Los Angeles Times
«I lettori si troveranno immersi nelle diverse possibilità della storia, e increduli dell’esito.»
Library Journal
«Il ritmo della narrazione è incessante, e i lettori si ritroveranno catapultati all’ultima pagina cercando di capire come sia stato possibile.»
Kirkus Reviews

COMMENTO: Da quando avevo sentito parlare di questo libro non vedevo lora di leggerlo quindi mi sono creata grandi aspettative e devo dire che sono stata un po delusa.
Guardando prima il film poi mi sono creata ancor più aspettative, perché devo ammettere che il film è pieno di azione e di colpi di scena davvero spettacolari mentre il libro è un po’ piatto. Nel libro Vee è mora, nel film lei è bionda, e la sua migliore amica Sydney è bionda nel libro ma mora nel film quindi mi chiedo ma stiamo scherzando? Ma questi sono dettagli.
Il carattere di Vee mi piace molto perché all’inizio è una ragazza molto insicura che però durante il gioco prende sempre più sicurezza. Continua ad essere spaventata, questo non si può negare, ma comunque è una persona che per le persone che ama farebbe qualunque cosa ed è proprio quello che fa. È sempre lei che cerca di far ragionare i giocatori, che cerca di convincerli che ciò che stanno facendo è sbagliato.
Ian ha dei validi motivi per giocare a Nerve, sia nel libro che nel film anche se i motivi sono diversi, è una persona molto dolce soprattutto nei confronti di Vee, anche se a volte insiste molto con lei per convincerla a continuare a giocare però è anche una persona molto sicura di sé. Devo ammettere che molte volte nel libro lo avrei voluto uccidere perché diventava una persona molto pressante.
Devo dire però che ho adorato la trama di questo libro perché fa riflettere moltissimo sui reality e su i social. Perché ammettiamolo chi non vorrebbe un gioco come Nerve dove se fai le sfide vieni ricompensato con premi e soldi? Però poi mostra anche l’altra faccia della medaglia e cioè quella in cui la tua vita viene messa in pericolo, tutto solo per sfida e per avere visualizzazioni e più guadagno.
Ho preferito il film, come avete potuto intuire ma anche il libro è stato molto bello e non ho davvero smesso di leggerlo fino all’ultima pagina perché dovevo sapere come finiva dato che da subito si intuisce che non è affatto uguale al film e che i finali sono completamente diversi.
Voi avete letto o visto uno dei due? Oppure tutti e due? Che ne pensate? 

giovedì 10 agosto 2017

SCHEGGE DI MEMORIA DI ISABELLA PILERI PAVESIO (recensione)

Ciao a tutti come state? Come procede la vostra estate?
Scusate se questa recensione arriva solo ora ma ho avuto dei problemi con il pc.
Voi avete letto questo libro? Che ne pensate?

TITOLO: Schegge di memoria
AUTORE: Isabella Pileri Pavesio
EDITORE: De Ferrari
Pagine: 244
Costo: 11,90€ (cartaceo)
Valutazione: 2,5/5
TRAMA: All'agenzia investigativa Perrotta perviene una busta: all'interno un referto medico legale, un osso umano e la lettera di un misterioso cliente che richiede i servigi dell'agenzia. Il detective Baglioni, allora, viene incaricato di scoprire a chi appartenga il resto umano. Le poche tracce lasciate dal misterioso cliente, che sembra "giocare" con gli investigatori in un perverso sentiero costellato di riti alchemici e antiche scienze, conducono allora il detective Giò Baglioni, incaricato di risolvere il caso, nei meandri dell'Inghilterra Vittoriana sulle tracce di una nobile famiglia il cui passato è costellato di sanguinosi enigmi. Nel frattempo, a Londra, John Irving, psichiatra in pensione depresso e solitario, riceve nella notte la visita improvvisa dell'inquietante Vera Keller: la ragazza, che appare sconvolta, lo prega di fare un'eccezione e di accettarla come paziente per scavare nel proprio passato...
COMMENTO: La storia è in sé è molto interessante il problema che si fa molta fatica a capirla poiché molto sconnessa.
Prima si parla del passato, poi si passa al professor Irving, poi ai detective poi a Vera Keller e le storie continuano a mescolarsi.
Dalla trama è una storia interessante e diversa dalle altre ma devo dire che ho fatto molta fatica a seguire il filo della storia perché ogni capitolo mi portava molta confusione.
Devo anche ammettere che ci ho impiegato molto a finirlo perché non mi ha preso come mi sarei aspettata.
Mi spiace molto anche dire che non mi è piaciuto molto lo stile di scrittura dell’autrice, l’ho trovato un po’ troppo pesante.
I personaggi di Irving e di Vera Keller sono quelli che  mi sono piaciuti di più mentre quelli di Baglioni e di Beatrice, i due detective, non mi sono piaciuti anche perché li ho trovati abbastanza insignificanti.
La descrizione dei personaggi di ogni personaggio è stata molto dettagliata e questo l’ho apprezzato molto.
Anche se non ho apprezzato completamente questo libro devo dire che mi è piaciuto il fatto che fino all’ultimo ci siano stati colpi di scena che  mi abbiano fatto mettere in dubbio le mie ipotesi su quello che stava succedendo e su come si sarebbe concluso.

venerdì 28 luglio 2017

FRANCESCA DI MANUELA RAFFA (recensione)

Ciao a tutti come state?
Io tutto bene sono al mare ma devo anche studiare e non ho per niente voglia, vorrei passare le giornate con le  mie amiche e a leggere in spiaggia invece spesso mi trovo chiusa in casa a studiare per la sessione di settembre 😒
Avete letto questo libro? Che ne pensate?

TITOLO: Francesca
AUTORE: Manuela Raffa
EDITORE: Piemme
Pagine: 355
Costo: 18,50€ (cartaceo) 9,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5
TRAMA: Francesca da Polenta è una donna fuori dal comune. Lettrice appassionata, dotata di forte intuito anche per argomenti solitamente maschili, fin da giovanissima viene citata dai menestrelli di corte come una delle fanciulle più belle della penisola. Per suo padre Guido, è l'unica donna che valga quanto un uomo, l'unica in grado di tener testa ai suoi discorsi, l'unica il cui destino gli stia a cuore. Ma un uomo di potere sa che il bene del casato vale più dei propri sentimenti. Per questo, quando Giovanni Malatesta gli chiede la sua mano, Guido non riesce a negargliela.
È così che, a sedici anni, Francesca da Polenta cede il posto a Francesca da Rimini. Mai avrebbe pensato a un matrimonio senza amore, con un uomo brutto e privo di cultura, ma, contrariamente alle aspettative del padre, accetta la decisione senza ribellarsi. Una vita lontana dal mondo cavalleresco che ama, questo è ciò che si aspetta da quell'unione. Fino al giorno in cui conosce Paolo, il fratello di suo marito. Paolo non solo è affascinante, ma è curioso, colto, pieno di premure e di considerazione per le sue idee. È l'uomo che avrebbe voluto accanto. È l'uomo che amerà, per tutta la vita. E a causa del quale perderà quella stessa vita.
La storia di Paolo e Francesca, relegati nell'Inferno dantesco tra i lussuriosi, ha riempito la bocca degli innamorati nel corso dei secoli. Ma delle due persone nascoste dietro alla fama immortale, si è sempre saputo poco. Manuela Raffa ricostruisce la vita di una donna, le sue passioni, le sue ambizioni, le sue inclinazioni, fino all'ultimo tragico evento; e la trasforma da simbolo dell'amore eterno e peccaminoso a donna in carne e ossa.

COMMENTO: Chiunque abbia letto o studiato la Divina Commedia conosce Francesca da Rimini nata a Polenta, però non si conosce bene la sua storia d’amore con Paolo. In questo libro conquista stupenda storia Manuela Raffa ci spiega meglio la storia di Francesca e i suoi sentimenti per Paolo.
Ed è proprio la storia di questo proibito amore che Manuela Raffa ci narra perfettamente!
Partendo dall'adolescenza di Francesca, l'autrice ci farà conoscere una ragazza che, nella sua purezza d'animo e nella sua tenacia, si trovò a vivere in un'epoca in cui le donne altro non erano che pedine di scambio nelle mani dei padri, che le usavano per consolidare e rafforzare alleanze politiche.Francesca però non è come tutte le ragazze di quel tempo, è una ragazza molto forte che ama la politica e la letteratura, che a quei tempi per le donne era un pensiero assurdo soprattutto perché per gli uomini le donne non dovevano pensare molto ma solo ubbidire.
La storia ha la sua particolarità nella scelta di farci conoscere più approfonditamente i pensieri di un marito tradito da persone che amava molto, ma che proprio a causa di questo tradimento diventa un assassino.
Ci ritroveremo, così, a seguire passo dopo passo la nascita dell'amore tra Paolo e Francesca, l'esplosione della passione, la paura di essere scoperti, la sofferenza per la forzata lontananza e la morte e, contemporaneamente, i pensieri di un uomo che, nonostante tutto, ci appare ancora innamorato di una donna che aveva voluto a tutti i costi per sé.
Lo stile di Manuela è fresco e, al tempo stesso, maturo. È riuscita a trasformare una storia, per me molto noiosa, in qualcosa di davvero emozionante e appassionato.
Ringrazio quindi Manuela Raffa per avermi dato l’occasione di leggere questo fantastico libro.